Psicologia Scientifica

landing PSICOLOGIA GIURIDICA: Amministrazione di sostegno e interdizione - Psicologia Scientifica

INFORMAZIONI

02 - 4594 9921

amministrazione di sostegno e interdizione

ISCRIVITI GRATIS

Noi di Psicologia Scientifica
diffondiamo scienza e cultura psicologica

Chi siamo

Psicologia Scientifica per la cultura scientifica e il sociale

I nostri valori

P.S.I. - Promozione, supporto e impegno

Diventa socio

Aiutaci ad aiutare sia che tu sia un professionista, un volontario o un donatore

Contatti

Vuoi maggiori informazioni rispetto il nostro centro di ricerca e associazione?

Vi è mai capitato di avere un anziano parente che, senza esserne consapevole, ha sottoscritto al telefono un contratto, con la complicità di un abile truffatore? Oppure un altro col vizio del gioco e con libero accesso al conto corrente di famiglia?

Ci sono purtroppo delle situazioni drammatiche che richiedono un aiuto di non facile attuazione. Tutelare per rendere liberi: significa creare quelle condizioni che non sono richieste (e magari non volute) dalla persona in questione, ma di cui ha più bisogno in realtà.

L’amministratore di sostegno (AdS) potrebbe essere una soluzione a questo dilemma: è una figura istituita per coloro che si trovano nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, per effetto di un’infermità o di una menomazione fisica o psichica.

Gli anziani e i disabili, ma anche gli alcolisti, i tossicodipendenti, le persone detenute, i malati terminali, persone colpite da ictus o da degenerazioni cognitive, ecc. possono ottenere (o meglio i loro parenti per loro) che un giudice tutelare nomini una persona che abbia cura della loro persona e del loro patrimonio.  L’Amministrazione di Sostegno è un istituto che mira a tutelare, in modo transitorio o permanente – per infermità o menomazioni fisiche o psichiche, anche parziali o temporanee – coloro che non hanno piena autonomia nella vita quotidiana e si trovano nell’impossibilità di provvedere ai propri interessi.
Per richiedere l’amministrazione di sostegno si deve presentare un ricorso, per cui non è necessaria l’assistenza di un avvocato.

Dato che il focus rimane sempre sulla tutela degli interessi della persona e del suo benessere, si tenderà a scegliere una persona affettivamente vicina, affinchè l’amministrato possa davvero sentirsi tutelato da un AdS di cui già si fida. Per questo si tende a privilegiare:

  • la persona stabilmente convivente;
  • il coniuge che non sia separato legalmente;
  • padre o madre, figlio, fratello o sorella;
  • parenti entro il quarto grado;
  • una specifica persona di fiducia designata tramite scrittura privata o atto pubblico;
  • il soggetto designato dal genitore superstite con testamento, atto pubblico o scrittura privata autenticata.

È bene evidenziare che l’Amministrazione di Sostegno non prevede l’annullamento della capacità a compiere degli atti giuridici (in questo si differenzia dall’Interdizione): la persona mantiene la capacità di compiere tutte quelle attività di vita quotidiana che non richiedono l’assistenza dell’AdS, senza minare la dignità della persona e che possono continuare a farlo sentire in grado di badare a se stesso.

In questo contesto, lo psicologo fornisce una maggiore comprensione della situazione psicologica della persona, che tenga conto dei fattori pregressi che l’hanno originata e delle possibili evoluzioni future; individua bisogni e risorse sulle quali fare leva per sostenerlo nella maggiore espressione possibile di sé, compatibilmente con le limitazioni dell’autonomia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Non perderti nessun aggiornamento!

Per informazioni

02 4594 9921

Chi siamo

Psicologia Scientifica per la cultura scientifica e il sociale

I nostri valori

P.S.I. - Promozione, supporto e impegno

Diventa socio

Aiutaci ad aiutare sia che tu sia un professionista, un volontario o un donatore

Contatti

Vuoi maggiori informazioni rispetto il nostro centro di ricerca e associazione?

Associazione Italiana di Psicologia Scientifica CF 92016160183