Psicologia Scientifica

landing GENITORIALITÀ: stili genitoriali e paure - Psicologia Scientifica

INFORMAZIONI

02 - 4594 9921

GESTIONE DELLA GENITORIALITÀ​: stili genitoriali e paure

ISCRIVITI GRATIS

Noi di Psicologia Scientifica
diffondiamo scienza e cultura psicologica

Chi siamo

Psicologia Scientifica per la cultura scientifica e il sociale

I nostri valori

P.S.I. - Promozione, supporto e impegno

Diventa socio

Aiutaci ad aiutare sia che tu sia un professionista, un volontario o un donatore

Contatti

Vuoi maggiori informazioni rispetto il nostro centro di ricerca e associazione?

Ogni bambino vive delle paure differenti a seconda della fase evolutiva che sta attraversando. Esse non solo sono emozioni, ma anche reazioni fisiche e psicologiche utilissime che ci permettono di evitare i pericoli. La paura, pertanto, è un meccanismo di difesa che mette in stato di allarme l’organismo quando ci troviamo in prossimità di un pericolo o dinanzi ad un’esperienza ignota. Per questo, la risposta che ne deriva può essere l’attacco o la fuga.

La paura, come altre emozioni primarie, è inscritta nel nostro patrimonio genetico.   Anche il nostro corpo subisce delle modifiche fisiologiche: i battiti del cuore aumentano, la pressione del sangue aumenta, le pupille si dilatano, si può avere la pelle d’oca, una sudorazione accentuata, sensazione di caldo alla testa, tachicardia. In questo stato di allarme, persino gli organi interni, come reni e intestino, lavorano ad un ritmo velocissimo, tanto da produrre dissenteria e disturbi di digestione. Aumenta anche l’attenzione per tenere d’occhio i pericoli.

Più un bambino percepirà come minacciosa una situazione, più intense saranno le emozioni provate. Bisogna sempre valutare l’entità della paura, poiché se tende ad essere troppo intensa e frequente può trasformarsi in fobia ed ansia.

I bambini interiorizzano, attraverso il comportamento degli adulti e le risposte che forniscono, delle emozioni e dei modi di comportarsi. Lo stile genitoriale adottato può favorire o sfavorire il processo evolutivo del bambino ed il loro rapportarsi con il mondo circostante.

Gli adulti che adottano uno stile educativo iper-critico sono sempre pronti ad evidenziare gli errori che il bambino commette, e a gratificare poche volte il proprio figlio per i risultati ottenuti. Ciò determina nel bambino la paura di sbagliare, di essere disapprovato ed una bassa stima di sé.

Uno stile educativo perfezionistico è tipico dei genitori che vorrebbero che il proprio figlio ottenesse risultati ottimali in ogni attività eseguita. Così facendo, nel bambino si determina un’incapacità a tollerare il fallimento, la critica e la disapprovazione. I bambini educati con questo stile, diventano molto ansiosi quando si cimentano in qualcosa di laborioso e credono di valere qualcosa, solo se riescono bene ed ottengono l’approvazione altrui. Spesso, le paure più frequenti in questi bambini sono l’ansia scolastica e l’ansia sociale.

Genitori preoccupati ed ansiosi, e che hanno la tendenza a proteggere i figli da qualsiasi tipo di frustrazione adottano uno stile iperansioso-iperprotettivo. Il bambino crescerà con l’idea che qualsiasi situazione spiacevole vada evitata. Le emozioni derivanti saranno la timidezza e la paura. Il costrutto psicologico con cui dovranno convivere sarà quello che per sopravvivere bisogna assolutamente avere la certezza che le cose vadano bene.

Bisogna, infine, esplicitare che le paure nei bambini vanno rispettate e non certo utilizzate come “arma” per farlo maturare o ridicolizzarlo. Incoraggiarlo o, alcune volte, tentare una spiegazione razionale può avere un effetto inefficace; le sue paure passeranno senz’altro, ma la “cura” più efficace è rappresentata dal rispetto verso di lui, dalla pazienza e dall’occasione che gli daremo di superare le sue paure.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Non perderti nessun aggiornamento!

Per informazioni

02 4594 9921

Chi siamo

Psicologia Scientifica per la cultura scientifica e il sociale

I nostri valori

P.S.I. - Promozione, supporto e impegno

Diventa socio

Aiutaci ad aiutare sia che tu sia un professionista, un volontario o un donatore

Contatti

Vuoi maggiori informazioni rispetto il nostro centro di ricerca e associazione?

Associazione Italiana di Psicologia Scientifica CF 92016160183