Psicologia Scientifica

landing DIP. SOSTANZE: cocaina - Psicologia Scientifica

INFORMAZIONI

02 - 4594 9921

dipendenza da sostanze: cocaina

ISCRIVITI GRATIS

Noi di Psicologia Scientifica
diffondiamo scienza e cultura psicologica

Chi siamo

Psicologia Scientifica per la cultura scientifica e il sociale

I nostri valori

P.S.I. - Promozione, supporto e impegno

Diventa socio

Aiutaci ad aiutare sia che tu sia un professionista, un volontario o un donatore

Contatti

Vuoi maggiori informazioni rispetto il nostro centro di ricerca e associazione?

Sostanza d’élite che ha avuto il suo boom negli anni ’90 e 2000, la cocaina è stata da sempre utilizzata come anestetico fin dall’antichità per la sua funzione di vaso-costrittore.

sintomi comunemente associati alla sostanza sono un’esagerata euforia, iperattività, ipervigilanza e insonnia. Questi effetti sono però inevitabilmente susseguiti dai loro contrapposti: tristezza, apatia, malinconia, difficoltà di concentrazione e senso di colpa. Inoltre, l’uso prolungato della sostanza può facilmente condurre a paranoie, allucinazioni fino a vere e proprie psicosi.

In generale, la cocaina incrementa i livelli di dopamina nel sistema nervoso, aumentando la sensazione di gratificazione. Di fatto, agisce sugli stessi neurotrasmettitori che vengono attivati dagli antidepressivi.

Avendo un alto livello di tolleranza, gli effetti piacevoli della cocaina si esauriscono in fretta e vengono superati solo con il continuo aumento della dose utilizzata. Il desiderio di riprovare di nuovo piacere e la volontà di sfuggire all’ansia che subentra ai primi sintomi di astinenza, conducono all’utilizzo compulsivo in pochissimo tempo. Il bisogno di tornare a usare la sostanza è talmente forte, che si possono mettere in atto comportamenti che mai avremmo pensato di compiere: si stima che in Italia, circa un detenuto su tre sia tossicodipendente e molto spesso, la cocaina risulta come sostanza primaria. Infatti, essendo la più costosa sul mercato e inducendo una dipendenza in poco tempo, le strade di acquisizione del denaro necessario per acquistarla possono essere tra le più “creative”, ma anche tra le più illegali.

Ad oggi non esiste alcun tipo di terapia farmacologica che supporti il processo di disintossicazione. I migliori trattamenti riguardano il monitoraggio delle urine, un buon percorso di psicoterapia che dia attenzione alla prevenzione della ricaduta e, qualora servisse, l’inserimento in una Comunità terapeutica.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Non perderti nessun aggiornamento!

Per informazioni

02 4594 9921

Chi siamo

Psicologia Scientifica per la cultura scientifica e il sociale

I nostri valori

P.S.I. - Promozione, supporto e impegno

Diventa socio

Aiutaci ad aiutare sia che tu sia un professionista, un volontario o un donatore

Contatti

Vuoi maggiori informazioni rispetto il nostro centro di ricerca e associazione?

Associazione Italiana di Psicologia Scientifica CF 92016160183